venerdì 23 dicembre 2011

Natale a Great Country House


Un enorme post per Natale:
E' arrivato l'inverno e le vacanze di Natale. Io (figlia) sono tornata alla casa materna per un tempo sufficientemente lungo questa volta, per stare insieme alla mia famiglia, per tentare di mettere in pratica i mille progetti e anche, ahimè, per studiare. In questo post cercheremo di riassumere con foto, descrizioni, ricette e video man mano aggiornati, l'atmosfera che c'è qui nella Great Country House di Rivarossa.
Benvenuti!!


L'ingresso della nostra casa d'inverno è ancora più bello e accogliente. La sera poi accendiamo le lanterne sulle scale di pietra per accogliere gli ospiti.



Impacchettare regali, metterli nella gerla o sotto l'abete; impacchettare biscotti o i nostri saponi. Poi viene l'ora del tè di Natale (un tè speziato, tipico della Germania - cercherò gli ingredienti e li trascriverò) e allora ci troviamo tutti intorno al tavolo a parlare dei prossimi progetti.


Christmas Tea, agli agrumi da preparare in casa 
Infuso di tè da bere caldo, tipica bevanda delle feste natalizie nord europee.
Ingredienti:
 1 arancia
 2 mandarini
60 gr di tè Assam (te nero indiano dal sapore forte)
40 gr di tè Lapsang Souchong(è un tè rosso cinese di foglie piccole. Il colore ambra scura viene ottenuto prima per ossidazione, quindi per affumicatura delle foglie effettuata con fuoco di pino o cedro. Il contenuto in teina è relativamente basso)
 1 cucchiaino scorzette mandarino e arancia  non trattati
 un pezzetto di cannella 
 2 chiodi di garofano
 4 semi di cardamomo 
si può anche aromatizzare con l'anice stellato invece del cardamomo


Lavare e asciugare bene l’arancia e i mandarini e con un pelapatate ad archetto prelevarne la scorza  in una teglia rivestita di carta da forno e farla asciugare in forno caldo a 140° per 3-4 ore 
Riunire in una ciotola i tè' 
Aggiungere un cucchiaino di scorzette di mandarino e arancia, (preparate prima), la cannella, i chiodi di garofano, i semi di cardamomo e mescolare bene 
Conservare il te di Natale in un barattolo di latta ben chiuso per almeno una settimana per permettere agli aromi di mescolarsi bene fra loro. 




La mamma ha addobbato tutta la casa con rami di pino e bacche rosse, con ghirlande alle finestre e alle porte, con candele e angioletti. Ha anche creato un nuovo pannello di Natale, su della iuta, suddividendolo in riquadri e cucendoci sopra spago, stoffa, nastri, perline, pupazzetti: 





Questo qui sopra è il pannello fatto nel 2008.





costruzione dei pannelli di natale :)







" Per le feste natalizie il collegio universitario ha chiuso e Giulia è tornata a casa con le sue valigie.
Mattia è già in vacanza
La famiglia si ricongiunge e la gioia è perfetta. Per la notte di Natale ci saranno anche Amedeo e Margherita
Ohhhhhhhh quanta dolcezza! E io sono golosa e la dolcezza fa per me.
Certo non starò con le mani in mano. Ho già fatto molto: cucito, cucinato, decorato…impacchettato.
Pregusto ogni cosa: le chiacchiere, le confidenze, le risate, le passeggiate, le tisane. Non passerò il tempo ad annoiarmi. Ho bisogno di concretezza ,di consistenze, di crema e di ricotta, di mousse au chocolat, di uno zabaglione montato E poi di una bavarese alle castagne, di lucida glassa di cioccolato amaro, del caramello ambrato sulla Tatin di pere, di una nevicata di zucchero vanigliato sui biscotti di Natale…..
E non posso raccontarvi i profumi che inondano la nostra great country house! Anche ad occhi bendati sapreste riconoscere le ore della giornata.
Ma non crediate che si passi il tempo a mangiare….il tempo del cucinare e pasticciare in cucina è molto più lungo…E poi ci sono i tempi per divertirci a cantare e suonare, a passeggiare e a creare, che insieme ai tempi della cucina costituiscono i tempi per Amare. "








Il caminetto acceso è una delle prime cose alle quali penso quando penso all'inverno a casa. Con un libro e un gatto sulle ginocchia e fuori quella luce azzurrina e fredda, che forse promette neve..!


video


Panettone da un chilo
primo impasto:
120 g di acqua
60 g di zucchero
1 cubetto di lievito di birra
240 g di farina manitoba
2 tuorli d'uovo
60 g di burro
Mettere il lievito coi tuorli, unendo l'acqua in cui si è precedentemente sciolto lo zucchero. aggiungere farina e infine burro. Lasciare lievitare una notte (12 ore) (l'impasto deve triplicare).



Secondo impasto: aggiungere al primo impasto 
60 g di farina manitoba
60 g di zucchero
un cucchiaino raso di miele
8 g di malto
3 g di sale
90 g di burro
120 g di uvetta (precedentemente ammorbidita e asciugata bene)
1 bustina di vanillina
90 g di canditi a piacere

Impastare il tutto. Lasciare riposare per 20 min la palla, dopodiché metterla del pirottino a lievitare per 6-8 ore. 
Cuocere a 180° per un'ora.


































Pop-Up facilissimo per gli auguri di Natale:

venerdì 16 dicembre 2011

Agnolotti di mamma


Arrosto della vena o stracotto di reale
Salsiccia
Spinaci
Uova
Sale, pepe
Noce moscata
Saporita
Parmigiano




Tritare arrosto e spinaci lessati e ben strizzati, aggiungere la salsiccia, le spezie, l’uovo (2 uova se l’impasto è molto) il parmigiano. Se l’impasto risulta asciutto aggiungere qualche mestolino del sugo dell’arrosto.

Impastare 450 g di farina 00 con 3 uova e, se occorre, qualche cucchiaio di acqua calda. Fare una sfoglia sottile (deve essere trasparente) e procedere a fare gli agnolotti tagliandoli con una rotella dentata. 


Poi spolverizzate con semola di grano duro. Si possono congelare e quando occorre cucinarli, basta buttarli, congelati, nell’acqua bollente salata.  
















Tortelloni di magro:
ripieno: spinaci tritati, ricotta, parmigiano, noce moscata, sale, pepe e saporita.







Pandoro fatto in casa!



Primo impasto
250 g farina manitoba
1 cubetto di lievito di birra o 180 g di lievito madre
40g acqua
40 g zucchero
40g burro
1 uovo
1 tuorlo
Lasciare lievitare coperto con una pellicola per 10 ore


impasto





















































Secondo impasto
100g farina manitoba
100g farina 0
100g zucchero
2 uova
1 cucchiaino di sale
1 bustina e ½ di vanillina

Aggiungere il primo impasto al secondo e lasciare riposare in luogo fresco per 40 minuti.
Schiacciare col mattarello 130 g di burro freddo di frigo posto tra due fogli di pellicola trasparente
Stendere l’impasto in un rettangolo e porre al centro il burro.
Ripiegare i 4 lati del rettangolo verso il centro di pochi cm, quindi chiudere in 3 la pasta a portafoglio. Lasciare riposare al fresco per 20 minuti
Ripetere la piegatura a portafoglio altre due volte dopo aver disteso la pasta.
Prendere in mano la pasta e rimboccare verso il basso, come per rimboccare le lenzuola fino a formare una palla.
Depositare la palla nello stampo da pandoro imburrato e infarinato. Lasciare lievitare da 7 a 12 ore.






La pasta deve lievitare fino a giungere al bordo dello stampo.
Cuocere a 160° per circa 45 minuti


giovedì 15 dicembre 2011

Biscotti di Natale

Siate dolci, siate buoni!



Biscotti tirolesi

250 g farina
100g zucchero
125 g burro
1 uovo
2 cucchiaini di lievito
Il succo di mezzo limone
Marmellata a piacere
Cuocere i biscotti farciti di marmellata per 10 minuti a 180°


Falci di luna alle mandorle

200 g farina
100 g urro
100 g 150mandorle macinate
50 g zucchero
2 tuorli
1 bustina di vanillina

Cottura: 10 minuti a 170°



Stelle di nocciola

250 g farina
150 g burro
100 g zucchero
150 g nocciole macinate
Cuocere per 10 minuti a 180°



Bastoncini all’arancia

250 g farina
75 zucchero
1 uovo intero
125 g burro
1 presa di sale
1 cucchiaino di lievito

Ripieno: 125g mandorle macinate 150g zucchero il succo di 2 arance e la buccia di 1 arancia

Lavorare gli ingredienti e formare una palle. Dividerla in due. Stendere due sfoglie sottili.
Sulla prima stendere il ripieno e poi ricoprire con la seconda sfoglia. Sigillare bene i bordi.
Cuocere per 20 minuti a 180° Quando si sarà raffreddata tagliare a cubetti larghi circa 2 cm




Nuvole al cocco

170 g di farina di cocco
200 g zucchero
2 uova
40 g di farina

Cuocere per 10/12 minuti a 180°





Ed eccoli impacchettati per regalarli a Natale! 


Raccolto del 13 dicembre




Carote, porri, costine, prezzemolo, cavolfiore e rapanelli

giovedì 8 dicembre 2011

formaggio, mozzarella e ricotta fatti in casa + pasta per torta salata


FORMAGGIO, RICOTTA

INGREDIENTI

5 litri di latte crudo
2 vasetti di yogurt naturale
1 cucchiaio di caglio (in farmacia)
Termometro per alimenti
sale



Mettere sul fuoco il latte fino che raggiungerà i 37°
Aggiungere il caglio e mescolare energicamente, mettere il coperchio e avvolgere la pentola con una coperta per un’ora circa.
Tagliare con una lama la cagliata orizzontalmente e poi verticalmente.
Rimettere la cagliata sul fuoco fino alla temperatura di 45°. Si vedrà la cagliata separata dal siero.
Spegnere il fuoco, estrarre la cagliata con un colino e depositarla in una fascella, premendo per far uscire il siero.
Dopo un paio d’ore la formaggetta nella fascetta dovrebbe aver perso tutto il siero. Metterla a stufare nel forno spento , ponendo pentole d’acqua bollente per mantenere una buona umidità per circa 12/18 ore, sostituendo l’acqua quando si raffredda con altra bollente.




A questo punto si passa alla salatura. Preparare una salamoia usando 160 g di sale per litro d’acqua.
Immergere la formaggetta nella salamoia fredda per un’ora e mezza. Lasciarla quindi ad asciugare e metterla su una griglia a stagionare in un luogo fresco
Intanto al siero della pentola aggiungere ¾ di latte e accendere il fornello fino a 90° Pian piano si vedranno piccoli coaguli di ricotta venire a galla. Scolare la ricotta. Consumare in un paio di giorni. Il siero di può far maturare a 25° per un giorno e poi conservare in freezer (qualche cucchiaio di siero maturo aumenta il sapore della ricotta)


Tortino spinaci freschi, pasta per torta salata e ricotta.



Pasta per torta salata:
é una pasta che non è brisè e neppure pasta violata. Vi consoglio di provarla perchè è ottima.
150g farina
150 g ricotta 
1/2 cucchiai olio oliva
acqua fredda q.b.






stagionatura dei formaggi (23 dicembre)




Torta invernale


Cuori rossi
Pasta frolla 

400 gr farina 00
200 gr burro
200 gr zucchero
2 uova 
la scorza grattugiata di due limoni

Per il caramello colorato 
250 gr zucchero
80 gr glucosio ( oppure un po' di miele e limone)
100 ml acqua
colorante alimentare rosso q.b.

Preparare la frolla, farla riposare in  in freezer mezz'oretta. Stenderla piuttosto alta e tagliare i biscotti con uno stampo a forma di cuore. Accoppiare qualche biscotto a due a due, poggiandone uno sull'altro con in mezzo uno stecco di legno, così da farne dei lecca-lecca. Fare riposare in frigo per mezz'ora, poi infornare a 170° per una decina di minuti o poco più.

Versare in un pentolino lo zucchero con l'acqua e il glucosio e portare a 152°, senza mai mescolare. Togliere dal fuoco e aggiungere il colorante, mescolando il caramello il meno possibile.
 Immergere rapidamente i biscotti nel caramello, avendo cura di ricoprirli interamente.  Fare sgocciolare e raffreddare i biscotti poggiandoli su un foglio di carta da forno, fino a che il caramello non si sia indurito e risulti croccante.